Il tocco del silenzio Premi 2009 Concorso Filari in versi
Concorso Filari in versi

Durante la splendida serata di gala, presentata da Bruno Pizzul, in cui si sono festeggiati i quarant’anni di vita della cooperativa della Cantina dei Produttori di Cormòns, alla presenza dei settecento partecipanti sono state lette e premiate le poesie classificatesi ai primi tre posti.

La poesia vincitrice, Un amore da ripetere di Gianfranco Ronga, abbinata al dipinto dell’artista giapponese Ogata, andrà a formare l’etichetta delle bottiglie del Vino della Pace di Cormòns, inviate ai capi di Stato di tutto il Mondo.
La mia poesia I Cristi d'oggi si è classificata al secondo posto, altre opere sono state segnalate e ritenute meritevoli dell’inserimento nell’antologia presentata in occasione della cerimonia di premiazione.

La giuria del concorso internazionale di poesia “Filari in versi”, promosso dalla Cantina Produttori di Cormòns e organizzato da Culturaglobale con il patrocinio del Comune di Cormòns, ha deliberato i vincitori tra le ben 649 poesie partecipanti e provenienti da tutte le regioni d’Italia e da diversi Paesi esteri.
Le opere, che avevano come argomento il messaggio della Pace e l’accettazione delle diversità, sono giunte da tutte le regioni d’Italia, nonché da Australia, Spagna, Slovenia, Canada e altre nazioni. Versi composti nei più disparati dialetti italiani, ma anche contributi di autori di madrelingua senegalese, ucraina, irachena, argentina, croata, spagnola, peruviana, slovena, scritti in arabo e cirillico, e addirittura a quattro mani.

La Cantina Produttori Cormòns (GO) è nota nel mondo, oltre che per i suoi ottimi vini, soprattutto per il Vino della Pace, inviato ai capi di Stato del Mondo. Stappando una delle cinquemila bottiglie si avvera il sogno di liberare il Genio dormiente nel soave vino estratto da quasi seicento vitigni diversi, provenienti da tutti i continenti; così nel bicchiere fluisce il sapore del mondo distillato attraverso il frutto più nobile, l’uva. La “Vigna del Mondo” prospera a Cormòns, nell’unica regione d’Europa, il Friuli Venezia Giulia, in cui s’incontrano la cultura latina, germanica e slava, dove la concordia è stata sempre un’aspirazione e una necessità. Le etichette sono state illustrate dai più grandi artisti italiani e stranieri. Da Zoran Music, Arnaldo Pomodoro, Enrico Baj, Dietman, Minguzzi, Salvatore Fiume, Pietro Consagra, Giorgio Celiberti, Giacomo Manzù, Aligi Sassu, Finì, Darko Bevilacqua, Emilio Vedova, Anderle, Rauschenberg, Corneille, Treccani, Nagasawa, Tadini, Ceroli, Dario Fo; ed i versi di Renzo Arbore, Mario Luzi, David Maria Turoldo, Elio Bartolini, Alda Merini, Andrea Zanzotto, Moni Ovadia e Yoko Ono, che hanno negli anni creato un’originale e unica Galleria permanente d’opere d’arte d’alto livello, che lega per sempre e indissolubilmente l’arte con il più nobile dei prodotti della terra: il vino. Il “Vino della pace” viene prodotto da una vigna di Cormòns, la ”Vigna del mondo” che raccoglie centinaia di vitigni provenienti da tutto il pianeta. Le bottiglie vengono inviate annualmente a tutti i capi di stato per sollecitarli alla giustizia, alla pace ed alla convivenza tra i popoli.

Classificarsi primo avrebbe rappresentato una grande soddisfazione ed un premio per i miei dieci anni di entusiastica e continua ricerca poetica.

Poesia: I Cristi d'oggi

 

Annunci

Cerca


Chi è online

 69 visitatori online