Il tocco del silenzio Poesie Natale mio
Natale mio

Natale mio

Non certo portava doni
un vecchio senza macchia
vestito di rosso con candida barba

era la zinzulosa befana dai capelli stopposi
vestita di stracci, la faccia con rughe e nocche
a portarci fichi infornati con noci
confetti di sposa già mamma
una caramella e cenere bianca

quella volta che non mi calava il sonno
si offese;
scalzo spiavo dalla mezza porta
mio padre che l’aiutava a riempire la calza

e non è ritornata.

Commenti
Nuovo Cerca
+/-
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Inserisci il codice anti-spam. Clicca sull'immagine se è poco leggibile.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 

Quadri

Annunci

Cerca


Chi è online

 54 visitatori online