Il tocco del silenzio Eventi Carcare, Barilli e noi
Carcare, Barilli e noi

Carcare - Estemporanea di poesiaCarcare (Savona), 5 ottobre 2008. Estemporanea di Poesia organizzata dal Circolo “Mario Arena”.

Domenica 5 ottobre 2008 ci siamo ritrovati davanti alla biblioteca comunale, ex abitazione di Anton Giulio Barilli, scrittore e poeta vissuto ai primi del 900. Ci ha illustrato il programma la poetessa Angelica Lubrano, dopo aver visto diapositive di poesie e dipinti, riguardanti l’attività svolta dal circolo, abbiamo visitato il centro abitato di Carcare e le stanze in cui è vissuto lo scrittore, ci faceva da qualificata guida la poetessa Dominica Piccardo.

Tre erano i temi da sviluppare:  tema libero; una poesia su Carcare; tema a caso riguardante l’opera di Barilli, pescato da bigliettini precedentemente preparati.



Dopo un piacevolissimo pranzo conviviale ognuno di noi ha letto le poesie composte nell’occasione. Ci ha onorato della sua presenza l’assessore alla cultura di Carcare.

Ho estratto per il tema a caso: Tizio Caio e Sempronio: storia mezza Romana.

Tema libero.

Per caso in piazzetta.

Fingono litigi e cantano per rabbia
le donne, il dolore gridano al cielo
e gli uomini, meteore di pazienza
e silenzio, battagliano alla sorte

sull’uscio di casa, vecchia porta  
tinta di verde, pigro si scalda il gatto
e la lucertola finge di dormire,
il ragno, dal buco aspetta la mosca

nel giorno caldo, il sole colpisce il selciato,
donne schiette intrecciano fili di luce
all’uncinetto, ferri lucidi creano magie
duelli di bellezza e colori, farfalle

dove adesso cade un raggio,
una volta, sulla sedia bassa e spagliata,
sedeva a raccontare storie antiche
un altro sole limpido e sincero: mia madre


Carcare.

Carcare, una volta sotto il porticato.

Li ho visti quei baldi cavalieri
ai tavolacci mangiare pane e polenta
seduti sulle  panche, stanchi
sotto gli archi della piazza

colombi e galline rubano le briciole,
i cavalli nitriscono e prendono l’avena
dal sacco sotto il muso, le armature
gettate alla rinfusa, luccicano

i cavalieri fingono indifferenza,
fremono le fanciulle
e sbirciano da dietro ai muri,
scelgono il desiderato sposo

l’oste, compiaciuto sorride
e serve vino annacquato



Tizio Caio e Sempronio: storia mezza Romana.

Ci sono genti in caccia giorno e notte
di vittime indifese, segnati dal colore della pelle
la colpa è d’essere affamati

Quel giovane dalla faccia scura
sorride alla mia bambina,
chissà cosa cerca quello screanzato

eccolo, arriva con quella faccia tosta
uomo dalla pelle bianco-latte invita mia moglie
in balera, per un tango sconvolgente

ha un bel coraggio quel muso nero,
chiede soccorso, vuol essere come noi
civili, perfetti ed efficaci

la formica trova la porta di casa chiusa
tira una brutta aria, cerca un buco
anche se fatiscente, si nasconde

Commenti
Nuovo Cerca
+/-
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Inserisci il codice anti-spam. Clicca sull'immagine se è poco leggibile.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 

Bacheca

Premio Themis 2012
L’area comunicazione dell’Associazione Culturale Orizzonti Liberi (Bronte - CT), organizzatrice della seconda edizione del “Premio Themis” di poesia, racconto breve e saggio storico inediti, comunica alcune info utili sul concorso (presenti in forma più dettagliata nel bando):
Leggi tutto...

Premi

Premio La città dei sassi 2009

In occasione dalla quarta Edizione 2009 del premio letterario " La città dei sassi" promosso dall’Associazione Culturale Liberalia di Matera, mi sono classificato al terzo posto con una raccolta di poesie dal titolo "Matinata".

Poesia: Occhi di gatto
 
Concorso Parole ed Immagini 2009

La giuria della XIX edizione del “Concorso Parole ed Immagini”, per quanto riguarda gli “scritti” si è riunita la sera di venerdì 26 giugno ed ha espresso il seguente verdetto.

Poesia religiosa
1°-  “I Cristi d'oggi” – Rosario Castronuovo, Fiorano (Modena)
Il testo rilegge attraverso immagini icastiche ed efficaci la figura degli ultimi del Vangelo nei mutamenti dei tempi moderni.

 

Quadri

Annunci

Cerca


Chi è online

 23 visitatori online